Chi siamo


 

L’Associazione “Cum Fide” si è costituita l’11 Febbraio 2009, come Organizzazione diLogo_Associazione_Cum_Fide_Onlus Volontariato a favore di persone in difficoltà; è iscritta nella Sezione Provinciale del Registro Generale Regionale Organizzazioni di Volontariato, ed è di diritto una ONLUS.

L’Associazione ha sede in CALVISANO, via Marconi 7.

E’ composta da un piccolo gruppo di soci che mettono a servizio, in modo del tutto gratuito, le loro competenze professionali che toccano vari ambiti lavorativi, per permettere all’Associazione di perseguire le sue finalità nel migliore dei modi.

L’Associazione non ha scopo di lucro e persegue esclusivamente finalità di solidarietà nel campo dell’assistenza e della promozione sociale a favore di persone diversamente abili, soggetti deboli e svantaggiati e delle loro famiglie.

A pochi mesi dalla sua costituzione, il Presidente Virginio Prandini con alcuni soci, dopo vari incontri con il responsabile della Caritas diocesana, dottor Venni, con il direttore della BCC Agro Bresciano, dottor Eugenio Travanini, con il Sindaco di Ghedi, con il parroco di Ghedi  e con l’assessore ai servizi sociali di Ghedi, decidono di aderire alla convenzione già aperta tra la Caritas Diocesana e la BCC Agro Bresciano di Ghedi; aprono un conto corrente presso la BCC Agro Bresciano, versando un deposito cauzionale per microcredito nel Fondo capitale, come garanzia per l’accesso al credito, senza interessi, delle persone in difficoltà.

Gli aiuti non vengono mai  elargiti a fondo perduto, ma chi ne beneficia deve impegnarsi a restituire il dovuto, naturalmente senza interessi, in modo da permettere ad altre persone bisognose di usufruirne.

 

In questo modo viene  realizzata appieno l’idea fondante dell’Associazione che è evidenziata nel suo  logo : “ Mons Bladorum Calvisani ” (Monti del grano di Calvisano” ), vale a dire  i Monti di Pietà, istituiti a Calvisano, e non solo, nel XVII secolo, quando, a causa della peste che aveva causato tanti morti, si era prodotta una grande depressione economica e molti terreni erano stati abbandonati o per la morte dei proprietari o per mancanza di manodopera. L’inflazione e la diminuzione delle rendite aveva fatto aumentare i debitori, i contadini non potevano  più  permettersi di acquistare le sementi e non sapevano come sfamare le famiglie.  Ecco allora la nascita  dei Monti di Pietà che, attraverso il prestito con fideiussione di una certa quantità di miglio o di frumento o di melega da seminare, aiutavano le famiglie, almeno a sfamarsi.  Ma le sementi non venivano regalate; nella stagione del raccolto veniva restituita la quantità ricevuta, in modo che altri potessero beneficiare dello stesso aiuto.

Quest’anno per una serie di circostanze favorevoli, si stanno realizzando in modo più concreto e strutturale gli obiettivi che ci si era prefissati: infatti nel mese di marzo abbiamo partecipato al bando indetto dalla Fondazione “Comunità Bresciana” con il progetto di cucina “Cucino io”, in collaborazione con la Cooperativa Sociale “La Sorgente” di Montichiari, rivolto a ragazzi disabili del territorio, per favorire la loro autonomia e il loro inserimento nel tessuto sociale. Il progetto è stato accolto e finanziato in parte, con la somma di 3000 euro, ed è in corso di realizzazione presso l’Istituto Bonsignori di Remedello, dove è attiva la Scuola di cucina, di cui utilizziamo le strutture e gli insegnanti cuochi.

Il vero salto di qualità per l’Associazione è rappresentato, però, dalla convenzione stipulata tra l’Associazione e il Tribunale Ordinario di Brescia, riguardante l’assistenza alle fragilità in tema di amministrazione di sostegno e tutele presso il Tribunale Ordinario di Brescia. In pratica l’Associazione gestirà, per conto del Tribunale, uno Sportello Territoriale di Volontaria Giurisdizione a Carpenedolo, ma a servizio dei cittadini dei Comuni del Distretto di Montichiari( Montichiari, Carpenedolo, Calvisano, Acquafredda, Visano, Calcinato e Remedello) che potranno accedervi per l’espletamento delle varie pratiche, riguardanti gli anziani e i minori, in modo del tutto gratuito, evitando il disagio di doversi recare più volte  in Tribunale o di dover sostenere le spese per un avvocato.

Il servizio è attivo da gennaio 2016 ; per maggiori informazioni consultare la sezione riguardante lo sportello territoriale.