Legge Dopo di noi: via libera alle agevolazioni fiscali


La legge sul ‘Dopo di noi’ è operativa in ogni sua parte e a confermarlo è la risposta del sottosegretario al Welfare Luigi Bobba in Commissione Affari Sociali della Camera.

Questa Legge “Dopo di noi” prevede una serie di agevolazioni in favore dell’assistenza, cura e protezione delle persone con disabilità grave, che si sostanzia in una condizione di minoranza psicofisica, non determinata dal naturale invecchiamento o da patologie connesse alla senilità. La disabilità grave deve accompagnarsi, in alcune ipotesi, all’assenza di sostegno familiare.

Quindi ora è completamente operativa anche rispetto alle agevolazioni fiscali e tributarie previste all’articolo 6 della legge a cominciare dal fatto che i beni e diritti conferiti in trust o gravati da vincoli di destinazione, o destinati a fondi speciali disciplinati da contratto di affidamento fiduciario, istituiti in favore delle persone con disabilità grave, sono esenti dall’imposta sulle successioni e donazioni.

Non serve cioè alcun decreto attuativo del Ministero delle Finanze per rendere operativo questo punto della legge, pur essendo tale decreto previsto dalla legge stessa.

Anche le erogazioni liberali effettuate a favore di Trust che operano nell’ambito della beneficienza e a vantaggio dell’assistenza e della cura delle persone affette da grave disabilità sono ora deducibili dal reddito a decorrere dal periodo d’imposta 2016, con effetti già sul Modello 730/2017.